MANAGE
CERCA
Sui fatti di Oaxaca
Redazione 31 ottobre 2006 12:34

L'Associazione italiana dei giuristi democratici esprime la propria preoccupazione e la propria condanna per i recenti avvenimenti di Oaxaca (Messico), che hanno visto la brutale repressione poliziesca di un movimento che da mesi chiedeva pi√Ļ democrazia e voleva porre fine alla corruzione. I quattro morti accertati, fra i quali un giornalista statunitense di Indymedia, le decine di feriti, le centinaia di arresti dimostrano che il governo di Calderon, eletto da una consultazione popolare che ha presentato molte ombre e dubbi tuttora irrisolti sulla sua correttezza, intende affrontare con la violenza i movimenti popolari che ovunque nel Messico chiedono una svolta per la democrazia e contro le fallimentari politiche neoliberali dei governi che finora si sono succeduti.
I giuristi democratici italliani chiedono l'immediata cessazione delle attività repressive, l'allontanamento del governatore corrotto e che sia data al popolo dell'Oaxaca e di tutto il Messico la possibilità di esprimersi liberamente e di concorrere in modo realmente democratico alle scelte fondamentali.

Roma, 31 ottobre 2006

ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI GIURISTI DEMOCRATICI