MANAGE
CERCA
Altro in Internazionali
Lun. 6.4, ore 12, videoconferenza stampa: Detenzione e diritti all'epoca del COVID-19 in Italia e in Turchia
I Giuristi Democratici internazionali contro i tentativi di destabilizzazione Usa in America Latina
Intervento dei G.D. alla Commissione dei diritti umani dell'Europarlamento sui rapporti tra Governo turco e popolo curdo
Manifestazione nazionale di sostegno al popolo curdo: l'intervento dei Giuristi Democratici
Giornata dell'avvocato minacciato: i Giuristi Democratici ricevuti dall'Ambasciata del Pakistan in Italia
24 gennaio 2020: decima Giornata internazionale dell'avvocato minacciato - Pakistan
Lettera di saluto al Congresso dei giuristi democratici filippini
La condanna dei dirigenti politici catalani, una pagina buia per lo stato di diritto in Europa
Si fermi subito l'aggressione turca alla Siria, intervenga l'Onu e l'Italia sostenga il governo regionale della Rojava
Contro la violazione dei diritti umani in Egitto e la repressione di chi li difende
Contributo dei Giuristi Democratici alla 41.a sessione del Consiglio dei Diritti Umani dell'Onu (Ginevra, 4.7.'19, “Migration policy in Italy: human rights in the abyss”)
No al rafforzamento del blocco Usa a Cuba
Padova, 5 giugno 2019, ore 12,30 e 16,30: In ricordo di Berta Caceres - Per la difesa della terra e dei popoli
Roma, 7 giugno 2019, ore 16,30: "LA NUOVA COSTITUZIONE CUBANA"
Relazione della delegazione degli osservatori internazionali al processo contro avvocate ed avvocati Turchi dell'associazione CHD e sintesi del'incontro con gli Accademici per la pace
 9 pagine  (125 risultati)
La responsabilità delle organizzazioni finanziarie internazionali per la violazione dei diritti umani. Il caso Argentina - Fabio Marcelli
Redazione 19 novembre 2012 19:39
Nell'allegato l'analisi di Fabio Marcelli su un tema si sempre più stretta attualità, quello delle responsabilità delle organizzazioi finanziarie internazionali nelle crisi e nelle violazioni dei diritti umani.

Qualche considerazione preliminare sulle responsabilità del Fondo monetario internazionale nelle vicende argentine: dalla dittatura al crack del 2001

di Fabio Marcelli

SOMMARIO.
1. Premessa.
2. Il ruolo del FMI nella crisi argentina.
3. Il tema della responsabilità delle organizzazioni internazionali nell’elaborazione delle Nazioni Unite.
4. Natura degli obblighi violati.
5. Il tema dell’immunità.
6. Conclusioni.


1. Premessa

Sembra essere giunto il momento di porre, con grande chiarezza e determinazione, il tema della responsabilità delle organizzazioni finanziarie internazionali per la violazione dei diritti umani. La crisi finanziaria in corso, che poi non è solo finanziaria ma presenta a ben vedere nella finanza il suo punto debole e il suo meccanismo generatore di ampie violazioni dei diritti umani, costituisce un terreno appropriato per tale operazione . Quali violazioni dei diritti umani ne derivano direttamente o indirettamente? Quali, fra le organizzazioni finanziarie internazionali, possono essere indiziate di complicità nello scatenamento della crisi in corso?
Focalizzare la nostra attenzione su di una specifica situazione nazionale può costituire un passaggio indispensabile al fine di fornire una risposta a tali interrogativi. Lo faremo con riferimento a una specifica vicenda, quella del default argentino di dieci anni fa circa, che si atteggia come particolarmente emblematica al riguardo, anche perché, come vedremo, le radici di tale default sono collocate nel pieno del regime militare che dominò il Paese dal 1976 al 1983 commettendo gravi e massicce violazioni dei diritti umani e sono riscontrabili responsabilità precise delle organizzazioni finanziarie internazionali, specie il Fondo monetario internazionale (FMI) anche relativamente all’avvento di tale regime.
..........