MANAGE
CERCA
Altro in Comunicati
L'Associazione Giuristi Democratici esprime soddisfazione per l'esito del processo ThyssenKrupp
I Giuristi democratici aderiscono alla manifestazione nazionale di sabato 26 marzo a Roma
I Giuristi democratici condannano la repressione delle manifestazioni democratiche di massa in Libia e chiedono che cessi ogni assistenza e cooperazione militare italiana al regime di Gheddafi
Dalle recenti vicende relative al Presidente del Consiglio deriva un pericoloso deterioramento del nostro Stato di diritto
Tunisia: è necessario sostenere il processo democratico
I Giuristi Democratici aderiscono all'appello "Uniti ce la possiamo fare", lanciato dalla Fiom CGIL in vista dello sciopero generale proclamato per il 28 gennaio.
I Giuristi Democratici esprimono rispetto e solidarietà con gli operai FIAT di Mirafiori
Sull'ammissibilità del referendum per l'acqua pubblica: è necessario assicurare il diritto dei cittadini ad esprimersi sulla gestione dell'acqua
Manifestazioni degli studenti: garantire la libera espressione del pensiero contro la deriva autoritaria del governo
I Giuristi Democratici ricordano con affetto Aldo Natoli
No alla consegna a Madrid dei tre giovani baschi reclusi in Italia
L'Associazione Nazionale Giuristi Democratici aderisce alla manifestazione nazionale della FIOM CGIL
Ingiustificato l'attacco dell'UCPI allo sciopero indetto dall'ANM per il 1 luglio
Scuola Diaz di Genova: soddisfazione per l'esito della sentenza della Corte d'Appello di Genova
Per la giustizia e per i diritti di chi ci lavora - manifestazione
 23 pagine  (338 risultati)
Appello per l'attuazione del programma
Redazione 16 ottobre 2007 16:27
Il governo e la maggioranza parlamentare debbono ascoltare le richieste che vengono dai suoi elettori.

Nel giro di un mese le piazze e le strade si sono e si stanno per riempire di popolo che ha votato o che vorrebbe votare per il centrosinistra. Varie sono le anime e vari i sentimenti all’interno di questa coalizione, come si sono manifestate dal V-day alle elezioni fondative del Pd e si manifesteranno il 20 ottobre con i suoi grandi temi sociali e ambientali.

La nostra associazione di Giuristi Democratici ha da sempre avuto due ambizioni, riuscire a superare il corporativismo all’interno delle varie componenti che lavorano e agiscono nel mondo della giustizia e riuscire a riunire, far discutere e agire insieme sui temi della giustizia chi nelle varie anime del centrosinistra si identifica.

La diffusa voglia di partecipazione e di essere d’impulso perch√© il governo e la maggioranza parlamentare trascrivano il programma elettorale in provvedimenti e azioni non pu√≤ che vederci partecipi, se non altro per segnalare che ancora molto - quasi tutto - deve essere fatto nel settore giustizia. L'aver cancellato o, quantomeno, tamponato gli effetti pi√Ļ devastanti della riforma Castelli sull'ordinamento giudiziario non pu√≤ certo bastare.

La manifestazione del 20 ottobre, al di l√† e oltre le forze che l’hanno convocata e promossa, pone l'accento su alcune parti del programma dell'intera Unione che condividiamo. La lotta alla precariet√† dei diritti e quella per l'affermazione di nuovi diritti sono battaglie essenziali per i Giuristi Democratici.

Proprio per l'anima composita che ci caratterizza non abbiamo aderito come associazione alle singole manifestazioni e iniziative di partiti o schieramenti, ma questo non ci esime dal segnalare come i temi posti in questi mesi all'attenzione del governo siano proprio quelli che l'Unione si era impegnata ad affrontare nel programma sottoposto ai suoi elettori e che la posta in gioco, prima ancora dell'attuazione di quel programma, è l'essenza stessa del rapporto democratico fra elettori ed eletti, un rapporto che per il centrosinistra non può che consistere nell'agire nel pieno e completo rispetto dei patti assunti in campagna elettorale.
16 ottobre 2007

Associazione Nazionale Giuristi Democratici
www.giuristidemocratici.it