MANAGE
CERCA

Iniziative e comunicati

Un depliant interattivo a sostegno dei difensori dei diritti umani in Turchia

Continua >>

Per una coalizione d'emergenza per la Repubblica

Contro una pessima legge elettorale, dai difetti acuiti dalla sciagurata riduzione del numero dei parlamentari, per la difesa dei principi cardine della Carta costituzionale

Gravi e ingiustificati gli attacchi alla relatrice speciale ONU sui Territori palestinesi occupati: si dimetta il presidente della Commissione affari esteri della Camera, on. Fassino

Comunicato sulle inaudite e faziose accuse rivolte da Piero Fassino alla Dott.ssa Francesca Albanese, Special rapporteur delle Nazioni Unite sulla situazione dei diritti umani nei Territori palestinesi occupati

OBIEZIONE DI COSCIENZA VIETATA IN UCRAINA

Oggi 19 luglio prosegue il processo contro Ruslan Kostaba, militante pacifista ucraino

#FreeJulianAssangeNOW

#FreeJulianAssangeNOW

Mer. 15.6.'22, ore 14: Conferenza stampa alla Camera sul corridoio umanitario per gli obiettori del conflitto russo-ucraino

La proposta dei GD sarà presentata alla Camera dei deputati da Danilo Risi e Antonello Ciervo, presenti anche rappresentanti di Un ponte per e della Rete pace e disarmo. Organizza l'on.le Doriana Sarli, hanno assicurato la partecipazione gli on.li Lorenzo Fioramonti e Nicola Fratoianni

Appello per un corridoio umanitario per gli obiettori di coscienza in Ucraina: per aderire, info@giuristidemocratici.it e https://chng.it/J2rZFgTH

Per adesioni: info@giuristidemocratici.it e https://chng.it/J2rZFgTH

Un 25 aprile di resistenza alla follia della guerra

Per la pace e i diritti dei popoli

HDP STATEMENT - NO ALLA MESSA FUORI LEGGE DELL'HDP (Partito democratico dei popoli - Turchia)

Presentato oggi alla stampa l'appello che, insieme ad altre 45 organizzazioni internazionali di giuristi, la nostra associazione ha sottoscritto per riportare l'attenzione sulla pretesa chiusura e messa fuori legge dell'HDP, il Partito democratico dei popoli, in Turchia, proposta all'esame della Corte Costituzionale Turca, che dovrebbe esprimersi a breve.

No all'aumento delle spese militari, sì a una seria negoziazione ed a tutte le iniziative umanitarie utili per porre fine alla guerra in Ucraina

I Giuristi Democratici chiedono al Governo e al Parlamento italiano di non votare l'aumento delle spese militari e di fermare la corsa al riarmo, aderendo invece a tutte le iniziative nel segno della pace, dalla carovana "Stop the war" del primo aprile in Ucraina alla Marcia straordinaria della pace e della fraternità Perugia-Assisi del prossimo 24 aprile

Ucraina: che fare?

Pubblichiamo, in allegato, l'articolo del Presidente Roberto Lamacchia, comparso sulla testata online "Volere la luna"

Associazione Nazionale Giuristi Democratici

I GD promuovono un concreto impegno dei giuristi per la difesa ed attuazione dei principi democratici, di uguaglianza ed antifascisti della Costituzione della Repubblica, per la applicazione delle Convenzioni dei Diritti dell'Uomo, per la realizzazione di una Costituzione Europea autenticamente democratica, fondata sul ripudio della guerra, con particolare riguardo ai diritti dei lavoratori, dei meno abbienti e degli emarginati ed ai diritti di associazione, libertà di circolazione, riunione e manifestazione del pensiero.

In primo piano