MANAGE
CERCA
Altro in Lavoro
Ven. 30.10.'20, ore 18,30, lectio magistralis della Consigliera Rita Sanlorenzo: “Esiste un futuro per il diritto e il processo del lavoro? Provocazioni alla luce del loro presente, ricordando quello che ne fu il passato”, al collegamento: https://kutt.it/GD30-10-20
Il licenziamento del fittizio datore di lavoro torna ad essere «giuridicamente inesistente», ed il contrasto dell'interposizione e/o appalto illecito e somministrazione irregolare più agevole. L’art. 80-bis, Legge n. 77 del 17.7.2020, «Interpretazione autentica del comma terzo, art. 38 D.Lgs. 81/2015»
20 maggio, note a margine d'una duplice ricorrenza
La "regolarizzazione" nel c.d. Decreto rilancio: luci, ombre e... lacrime
Lettera aperta a Governo e Parlamento per la tutela di lavoratrici e lavoratori in tempo di coronavirus
Il diritto di cittadinanza sociale - Diritto al lavoro e reddito
La Commissione di Garanzia sugli scioperi e lo stato dei diritti costituzionali in Italia. Una controrelazione
Il lavoro di cittadinanza: una proposta per attuare i principi sanciti dalla Costituzione (intervista a Pietro Adami)
Tutele occupazionali negli appalti pubblici, un intervento di Solveig Cogliani
I Giuristi Democratici di Roma per la sospensione del procedimento disciplinare a carico dei tre lavoratori del Policlinico Umberto I
Le tutele crescenti alla prova della Corte costituzionale
Il processo Olivetti nelle parole di Roberto Lamacchia e Giovanni Avonto
Sui disegni di legge in tema di regolamentazione dello sciopero nei trasporti pubblici
Manifesto in difesa del lavoro e dei diritti del lavoro
Dal diritto del lavoro al lavoro senza diritti - Pier Luigi Panici
 3 pagine  (45 risultati)
Il processo del lavoro nel 2010: appello ai giuristi
Redazione 24 febbraio 2010 18:24
Decadenza dal diritto o decadenza del diritto?

La nuova disciplina delle spese di lite, introdotta dalla L. 69/2009, manifesta ricadute rilevanti e gravi, nel campo della giustizia del lavoro, che non sono state fino ad ora còlte, né tra gli operatori del diritto applicato, né in dottrina.
I promotori della presente iniziativa intendono proporre la riflessione sul tema e sollecitare l’ampio dibattito che esso merita, sia mirando ad un’interpretazione compatibile con le specificità della giustizia del lavoro, sia per elaborare una articolata eccezione di incostituzionalità.

I “nuovi” precetti contenuti negli artt. 91, 92, 96 cpc riformati, trasposti dal processo civile, entro cui soltanto, apparentemente, sono stati pensati, al processo del lavoro cancelleranno di fatto i cardini della disciplina speciale, costituiti dalla funzione di tutela asimmetrica, sia sostanziale che processuale, della parte strutturalmente più debole del rapporto e che ricorre alla giustizia per invocare il riequilibrio tra forze che la realtà ribadisce diverse.
Nel processo del lavoro l’attore è sempre il lavoratore (o il sindacato) che chiedono al Giudice di “ristabilire” la giustizia già violata dai poteri fattuali del datore di lavoro. Ancora, altra peculiarità del processo del lavoro è costituita dal fatto che il lavoratore attore agisce spesso “a controprova” (licenziamento, trasferimento, impugnazione sanzioni disciplinari ecc.) e dunque pare avventato e gratuito, almeno in tali casi, addebitargli puramente e semplicemente, come sembra volere il nuovo art. 92 cpc, la soccombenza nella causa.
Di tali principi, del resto, ha tenuto conto la giustizia del lavoro per tutta l’esperienza del processo riformato, facendo larghissimo uso, condiviso e non certo ideologico, della compensazione delle spese “per giusti motivi” nei casi di soccombenza del ricorrente.

I proponenti chiedono il contributo di idee di tutti i giuristi (avvocati, giudici e studiosi) che condividono queste considerazioni, anche per poter preparare al meglio un apposito convegno urgente (da tenersi entro il prossimo mese di marzo) convegno che vedrà l’intervento, innanzitutto, di chi assumerà il coordinamento scientifico dell’iniziativa.

Avv. Fabio Rusconi – Firenze rusconi@avvrusconi.it
Avv. Nyranne Moshi – Milano nyranne.moshi@studiomoshi.it
Avv. Alberto Piccinini – Bologna piccinini@studiolegaleassociato.it
Avv. Enzo Martino – Torino martino@avvocatidellavoro.eu
Avv. Cosimo Francioso - Milano c.francioso@legalilavoro.it
Avv. Antonella Gavaudan – Bologna gavaudan@studiolegaleassociato.it
Avv. Andrea Danilo Conte – Firenze daniconte@interfree.it
Avv. Nino Raffone - Torino nino.raffone@studiolegaleraffone.it
Avv. Bruno Pezzarossi - Reggio Emilia bruno.pezzarossi@virgilio.it
Avv. Luca Boneschi - Milano stboneschi@boneschisommaruga.it

Le auspicate adesioni ed ogni utile contributo scientifico possono essere comunicati via mail all’avv. Fabio Rusconi all’indirizzo rusconi@avvrusconi.it