MANAGE
CERCA
Altro in Comunicati
I Giuristi democratici condannano la repressione delle manifestazioni democratiche di massa in Libia e chiedono che cessi ogni assistenza e cooperazione militare italiana al regime di Gheddafi
Dalle recenti vicende relative al Presidente del Consiglio deriva un pericoloso deterioramento del nostro Stato di diritto
Tunisia: è necessario sostenere il processo democratico
I Giuristi Democratici aderiscono all'appello "Uniti ce la possiamo fare", lanciato dalla Fiom CGIL in vista dello sciopero generale proclamato per il 28 gennaio.
I Giuristi Democratici esprimono rispetto e solidarietĂ  con gli operai FIAT di Mirafiori
Sull'ammissibilità del referendum per l'acqua pubblica: è necessario assicurare il diritto dei cittadini ad esprimersi sulla gestione dell'acqua
Manifestazioni degli studenti: garantire la libera espressione del pensiero contro la deriva autoritaria del governo
I Giuristi Democratici ricordano con affetto Aldo Natoli
No alla consegna a Madrid dei tre giovani baschi reclusi in Italia
L'Associazione Nazionale Giuristi Democratici aderisce alla manifestazione nazionale della FIOM CGIL
Ingiustificato l'attacco dell'UCPI allo sciopero indetto dall'ANM per il 1 luglio
Scuola Diaz di Genova: soddisfazione per l'esito della sentenza della Corte d'Appello di Genova
Per la giustizia e per i diritti di chi ci lavora - manifestazione
Il decreto legge elettorale: una ferita alla Costituzione
Sui fatti di Rosarno: contro ogni violenza, ma è indispensabile ripensare la questione immigrazione
 23 pagine  (336 risultati)
Conferenza dei giuristi del Mediterraneo
Redazione 4 luglio 2017 08:36
Napoli - sabato 7 e domenica 8 ottobre 2017

L’Associazione Nazionale Giuristi Democratici e l’Associazione Europea dei Giuristi per la Democrazia e i diritti umani nel mondo (ELDH), in collaborazione con il Comune di Napoli e il Consiglio Nazionale Forense, promuovono la conferenza internazionale "Il ruolo degli avvocati nell'area mediterranea per l'autodeterminazione, lo stato di diritto, la tutela dei diritti umani e della democrazia".

 

Il meeting, in programma sabato 7 e domenica 8 ottobre a Napoli, negli spazi dell’Ex Asilo Filangieri e di Castel dell’Ovo, vedrà riunirsi associazioni di avvocati democratici e progressisti dell'area mediterranea, con la partecipazione di delegazioni provenienti da Palestina, Sahara Occidentale, Libano, Siria, Turchia, Rojava, Egitto, Algeria, Tunisia, Marocco, Grecia, Francia, Spagna, Catalogna, e da altri Paesi, per discutere di questioni comuni, scambiare informazioni e esperienze, creare una rete di relazioni permanenti e approvare una Carta dei principi da prendere come comune riferimento.

Obiettivo primario della due giorni di discussione - che affronterà tra gli altri i temi legati all’autodeterminazione e alla pace, alle migrazioni, alla repressione dei movimenti di lotta a livello europeo – quello di costruire una rete mediterranea di avvocati che condivida principi e pratiche per la tutela dei diritti fondamentali.


La conferenza, che si avvale del patrocinio del GUE – Gruppo confederale della Sinistra unitaria europea concluderà i suoi lavori con l'adozione della Dichiarazione dei Giuristi del Mediterraneo (Carta di Napoli).