MANAGE
CERCA
Altro in Comunicati
I Giuristi Democratici esprimono preoccupazione per il rischio di compressione dei diritti costituzionali dopo i fatti occorsi a Roma il 15 ottobre
Verso il 15 ottobre: comunicato congiunto Giuristi Democratici e Legal Team Italia
CEDAW, pubblicate le raccomandazioni dell'ONU: in Italia donne rappresentate come oggetti sessuali
Tornare alla gratuità delle cause di lavoro
Decreto legge 98/2011 ovvero la fine della gratuità del processo del lavoro
Sovraffollamento delle carceri: che fare?
I Giuristi Democratici esprimono solidarietà alla protesta condotta da Marco Pannella contro le incivili condizioni di vita in carcere
I Giuristi Democratici salutano con soddisfazione la celebrazione dei processi Eternit e Thyssen Krupp
I Giuristi Democratici sostengono il dissenso non violento dei cittadini e delle amministrazioni locali contro la TAV in Val di Susa
Due Sì ai referendum per l'acqua bene comune
I Giuristi democratici esprimono dolore per l'assassinio di Vittorio Arrigoni
L'Associazione Giuristi Democratici esprime soddisfazione per l'esito del processo ThyssenKrupp
I Giuristi democratici aderiscono alla manifestazione nazionale di sabato 26 marzo a Roma
I Giuristi democratici condannano la repressione delle manifestazioni democratiche di massa in Libia e chiedono che cessi ogni assistenza e cooperazione militare italiana al regime di Gheddafi
Dalle recenti vicende relative al Presidente del Consiglio deriva un pericoloso deterioramento del nostro Stato di diritto
 23 pagine  (334 risultati)
Anche l'Associazione Giuristi Democratici di Padova partecipa al digiuno di don Albino Bizzotto
Redazione 21 maggio 2015 19:23

I Giuristi Democratici di Padova esprimono sostegno e vicinanza a Don Albino Bizzotto per il digiuno intrapreso come gesto di sensibilizzazione dei cittadini sui temi dell'accoglienza dei profughi e di un modello di sviluppo rispettoso delle persone e dell'ambiente.
Come concreto segno di solidarietà verso tutti coloro che si stanno battendo a Padova e nel resto del Paese per una politica di fratellanza verso i migranti che fuggono dalle terribili situazioni che stanno insanguinando il Nord Africa e il Medio Oriente, Aurora d'Agostino, Carlo Cappellari, Leonardo Arnau e Maria Monica Bassan, componenti del direttivo di Padova, hanno deciso di digiunare nella giornata di domani. Si tratta di un tema, quello dell'accoglienza, su cui siamo molto impegnati e che consideriamo cruciale.
L'iniziativa dei Beati i Costruttori di Pace, insieme alla grande manifestazioni "Padova accoglie" della scorsa settimana, rappresenta un'altra riprova per tutte le persone che vogliono onorare la storia migliore di Padova, che si è sempre distinta per la sua apertura agli altri, per la sua capacità di accogliere e integrare, per i valori di altruismo e generosità nei confronti di chi subisce violenze, minacce, persecuzioni.
La crisi economica che ha segnato drammaticamente il nostro territorio deve diventare un'occasione per ripensare il nostro modello di sviluppo, ridurre le diseguaglianze, immaginare una crescita che rispetti le persone e l'ambiente. I diritti umani e la giustizia sociale devono tornare priorità irrinunciabili, che meritano l'impegno comune, con tutte le energie e l'intelligenza disponibili, della politica, delle forze sociali, delle istituzioni, del tessuto associativo.

Padova, 21 maggio 2015.

Associazione Giuristi Democratici “Giorgio Ambrosoli” di Padova