MANAGE
CERCA
Altro in Comunicati
I Giuristi Democratici esprimono preoccupazione per il rischio di compressione dei diritti costituzionali dopo i fatti occorsi a Roma il 15 ottobre
Verso il 15 ottobre: comunicato congiunto Giuristi Democratici e Legal Team Italia
CEDAW, pubblicate le raccomandazioni dell'ONU: in Italia donne rappresentate come oggetti sessuali
Tornare alla gratuità delle cause di lavoro
Decreto legge 98/2011 ovvero la fine della gratuità del processo del lavoro
Sovraffollamento delle carceri: che fare?
I Giuristi Democratici esprimono solidarietà alla protesta condotta da Marco Pannella contro le incivili condizioni di vita in carcere
I Giuristi Democratici salutano con soddisfazione la celebrazione dei processi Eternit e Thyssen Krupp
I Giuristi Democratici sostengono il dissenso non violento dei cittadini e delle amministrazioni locali contro la TAV in Val di Susa
Due Sì ai referendum per l'acqua bene comune
I Giuristi democratici esprimono dolore per l'assassinio di Vittorio Arrigoni
L'Associazione Giuristi Democratici esprime soddisfazione per l'esito del processo ThyssenKrupp
I Giuristi democratici aderiscono alla manifestazione nazionale di sabato 26 marzo a Roma
I Giuristi democratici condannano la repressione delle manifestazioni democratiche di massa in Libia e chiedono che cessi ogni assistenza e cooperazione militare italiana al regime di Gheddafi
Dalle recenti vicende relative al Presidente del Consiglio deriva un pericoloso deterioramento del nostro Stato di diritto
 23 pagine  (334 risultati)
Invito a partecipare all'astensione dalle udienze il 18 -19 - 20 febbario 2014
Redazione 10 febbraio 2014 20:33

L'Associazione Nazionale Giuristi Democratici,

preso atto dell'astensione dalle udienze proclamata dall'OUA per le giornate del 18-19 e 20 febbraio 2014,

nel ribadire i timori sullo svilimento e sulla trasformazione del ruolo del difensore conseguente alle recenti innovazioni normative che avevano già determinato l’adesione dell’Associazione all’astensione dalle udienze indetta per i giorni 23-27 febbraio 2012,
rilevato che lo strumento dell’astensione dalle udienze costituisce strumento di estrema delicatezza, che deve essere usato quale ultima ratio, onde non provocare ulteriore danno per quei cittadini che, invece, si vogliono meglio tutelare;

rilevato che nel caso in esame, si assiste ad un progressivo smantellamento della giurisdizione e ad una perdita di valore della funzione dell'avvocato, funzione di rilevanza costituzionale;

rilevato che si insiste nella strada di disincentivare l'accesso alla giustizia da parte del cittadino, innalzando la tassazione nel momento dell'introduzione della causa (portando in alcuni casi la somma da pagarsi a livelli onerosissimi), tentando di rendere in alcuni casi l'avvocato responsabile in solido con cliente in caso di soccombenza (e così aumentando i costi per il cliente, a cui l'avvocato chiederà garanzie per il rischio di dover pagare di persona costi dovuti dal cliente), rendendo nella cause di lavoro sempre più concreto il rischio che il lavoratore debba pagare le spese legali nel caso in cui non vinca la causa; e che questi disincentivi a rivolgersi al Giudice altro non sono che incentivi alla denegata giustizia;

pur rilevato che un’astensione di questa entità potrebbe comportare per i cittadini un danno rilevante, sotto il profilo del ritardo (ulteriore) per il soddisfacimento delle loro attese dalla giustizia, ritiene che, nel caso di specie, sia in pericolo sia la dignità e la rilevanza sociale del ruolo dell'avvocato, sia, conseguentemente, la possibilità di un'effettiva tutela dei diritti dei cittadini e che, dunque, ci si trovi in presenza di quelle ragioni che autorizzano l'avvocato ad assumere anche posizioni di forte protesta.

per queste ragioni,l'Associazione Nazionale Giuristi Democratici invita gli avvocati propri iscritti ad aderire all'astensione dalle udienze proclamata dall'OUA per i giorni 18 - 19 e 20 febbraio 2014.
Torino-Padova-Bologna-Roma-Napoli 10 febbraio 2014.