MANAGE
CERCA
Altro in Comunicati
I Giuristi democratici condannano la repressione delle manifestazioni democratiche di massa in Libia e chiedono che cessi ogni assistenza e cooperazione militare italiana al regime di Gheddafi
Dalle recenti vicende relative al Presidente del Consiglio deriva un pericoloso deterioramento del nostro Stato di diritto
Tunisia: è necessario sostenere il processo democratico
I Giuristi Democratici aderiscono all'appello "Uniti ce la possiamo fare", lanciato dalla Fiom CGIL in vista dello sciopero generale proclamato per il 28 gennaio.
I Giuristi Democratici esprimono rispetto e solidarietà con gli operai FIAT di Mirafiori
Sull'ammissibilità del referendum per l'acqua pubblica: è necessario assicurare il diritto dei cittadini ad esprimersi sulla gestione dell'acqua
Manifestazioni degli studenti: garantire la libera espressione del pensiero contro la deriva autoritaria del governo
I Giuristi Democratici ricordano con affetto Aldo Natoli
No alla consegna a Madrid dei tre giovani baschi reclusi in Italia
L'Associazione Nazionale Giuristi Democratici aderisce alla manifestazione nazionale della FIOM CGIL
Ingiustificato l'attacco dell'UCPI allo sciopero indetto dall'ANM per il 1 luglio
Scuola Diaz di Genova: soddisfazione per l'esito della sentenza della Corte d'Appello di Genova
Per la giustizia e per i diritti di chi ci lavora - manifestazione
Il decreto legge elettorale: una ferita alla Costituzione
Sui fatti di Rosarno: contro ogni violenza, ma è indispensabile ripensare la questione immigrazione
 23 pagine  (336 risultati)
I Giuristi Democratici sostengono il dissenso non violento dei cittadini e delle amministrazioni locali contro la TAV in Val di Susa
Redazione 7 luglio 2011 12:36

Le drammatiche vicende legate agli scontri verificatisi il 3 luglio a Chiomonte, hanno fatto passare sotto silenzio la vera notizia: dopo 20 anni di opposizione alla realizzazione di un’opera dannosa, inutile e costosa i cittadini della Valle di Susa sono ancora in grado (e forse pi√Ļ di prima) di far sentire il loro dissenso.
Chi ha partecipato alla manifestazione ha potuto riscontrare come fossero presenti famiglie intere, anziani e giovani, esponenti di diverse appartenenze politiche e associative, tutti caratterizzati dalla volont√† di far contare, nella decisione finale circa la realizzazione dell’opera, il pensiero di chi quell’opera dovrebbe subire, espresso in maniera non violenta.
Sulla natura e sulle responsabilit√† degli scontri vi √® ancora una grande confusione: ci√≤ che √® certo √® che il Movimento NO TAV, che √® riuscito a coinvolgere nella sua lotta, molti settori della societ√† italiana, dovr√† riuscire a mantenere intatti quei caratteri di non violenza che l’hanno caratterizzato in questi anni: in questa lotta, i Giuristi Democratici saranno al suo fianco.
Torino, 7 luglio 2011

Associazione Nazionale Giuristi Democratici