MANAGE
CERCA
Altro in Comunicati
I Giuristi Democratici esprimono preoccupazione per il rischio di compressione dei diritti costituzionali dopo i fatti occorsi a Roma il 15 ottobre
Verso il 15 ottobre: comunicato congiunto Giuristi Democratici e Legal Team Italia
CEDAW, pubblicate le raccomandazioni dell'ONU: in Italia donne rappresentate come oggetti sessuali
Tornare alla gratuità delle cause di lavoro
Decreto legge 98/2011 ovvero la fine della gratuità del processo del lavoro
Sovraffollamento delle carceri: che fare?
I Giuristi Democratici esprimono solidarietà alla protesta condotta da Marco Pannella contro le incivili condizioni di vita in carcere
I Giuristi Democratici salutano con soddisfazione la celebrazione dei processi Eternit e Thyssen Krupp
I Giuristi Democratici sostengono il dissenso non violento dei cittadini e delle amministrazioni locali contro la TAV in Val di Susa
Due Sì ai referendum per l'acqua bene comune
I Giuristi democratici esprimono dolore per l'assassinio di Vittorio Arrigoni
L'Associazione Giuristi Democratici esprime soddisfazione per l'esito del processo ThyssenKrupp
I Giuristi democratici aderiscono alla manifestazione nazionale di sabato 26 marzo a Roma
I Giuristi democratici condannano la repressione delle manifestazioni democratiche di massa in Libia e chiedono che cessi ogni assistenza e cooperazione militare italiana al regime di Gheddafi
Dalle recenti vicende relative al Presidente del Consiglio deriva un pericoloso deterioramento del nostro Stato di diritto
 23 pagine  (334 risultati)
Il Giudice e Fininvest
Redazione 19 ottobre 2009 09:13
Comunicato stampa sul "servizio giornalistico" trasmesso da Canale 5 che attacca il giudice che ha emesso la sentenza nella causa Fininvest-Cir.

Canale 5 ha mandato in onda un servizio su Raimondo Mesiano, il giudice della sentenza Fininvest-Cir, dopo averlo seguito e filmato nella sua vita privata: si tratta dell'ennesimo atto della campagna di intimidazione e denigrazione che é in atto dal giorno della sentenza e della quale, nell'immediatezza, si erano colte le avvisaglie nelle dichiarazioni del Presidente del Consiglio.
Raramente, in passato, si erano vissuti, in Italia, momenti così bui e la sensazione é che si preannuncino tempi ancora più cupi per la democrazia e la libertà dei cittadini, di cui l'autonomia e l'indipendenza dei giudici é un corollario fondamentale.
Non solo é necessario l'intervento del Garante per la Privacy, ma occorre la vigilanza e la risposta di tutti i cittadini democratici al tentativo in atto di creare un clima di timore e di soggezione nei confronti del potere.
Torino, 17 ottobre 2009
Roberto Lamacchia - Presidente dell'Associazione Nazionale Giuristi Democratici