MANAGE
CERCA
Diritto di asilo: il caso Cap Anamur
Redazione - 6 luglio 2004 2:54
Una nave raccoglie in mare dei cittadini sudanesi che cercano di arrivare in Italia per richiedere asilo politico. Il governo italiano le impedisce di attraccare. Un appello - primo firmatario Fulvio Vassallo Paleologo - per il rispetto del diritto d'asilo.
CPT in Europa - Raffaele Miraglia e Nazzarena Zorzella
GD Bologna - 28 gennaio 2004 12:2
Il testo dell'articolo "EUROPA, IL CONTINENTE PROIBITO" apparso nell'inserto giustizia del quotidiano Liberazione del 28.01.2004 sulla legislazione europea in materia di trattenimento dello straniero soggetto ad espulsione
Corte Costituzionale e art. 14, comma 5-ter TU immigrazione
Redazione - 15 gennaio 2004 15:24
La sentenza del Giudice delle legge n.5/2004, pur dichiarando non fondata la questione di legittimità costituzionale dell'art. 14, comma 5-ter, del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286 (Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero), offre interessanti spunti di riflessioni avvallando una interpretazione estensiva della clausola "senza giustificato motivo", in sostanza affermando che tutti i motivi indicati dall'art. 14, comma 1 d.lvo n. 286 del 1998, che impediscono l'immediata espulsione mediante l'accompagnamento alla frontiera, costituiscono "sicuri indici di riconoscimento di situazioni nelle quali può ravvisarsi per lo straniero la sussistenza di giustificati motivi" (in particolare situazione di assoluta indigenza).

Importanti sono poi le indicazioni sull'onere della prova. in particolare la Consulta esclude che la norma imponga una inversione dell'onere della prova, che rimante interamente sull'accusa anche in riferimento all'elemento negativo, ma riconosce un onere di "allegazione" in capo allo straniero di indicare la concreta situazione tale da integrare il "giustificato motivo", "fermo restando il potere-dovere del giudice di rilevare direttamente, quando possibile, l'esistenza di ragioni legittimanti l'inosservanza del precetto penale".

Un particolare ringraziamento per la segnalazione al Dr. R.D. del Tribunale di Rovereto (TN).
Immigrazione ed asilo: quali novità nella Bossi-Fini?
Redazione - 11 dicembre 2003 8:53
In allegato la relazione dell'Ufficio per la formazione decentrata dei magistrati di Milano di un incontro di studi sulle novità introdotte dalla cd. legge Bossi Fini tenutosi a Milano in data 03.10.2002 (autori: Maria Laura Maddalena, Luca Villa e Licia Scagliarini).

Diritto di voto per i migranti - Roberto Faure
Redazione - 11 ottobre 2003 14:5
Note giuridiche di Roberto Faure a sostegno della possibilità per i singoli comuni di modificare il proprio statuto e prevedere il diritto di voto alle elezioni amministrative per i cittadini extracomunitari. Le note sono state redatte in preparazione dell'iniziativa del consiglio comunale di Genova che ha proprio in tal senso modificato il proprio statuto. Nell'allegato la delibera approvata a Genova.
Contro la direttiva europea sui ricongiungimenti familiari
Redazione - 7 ottobre 2003 12:14
L'appello al Parlamento europeo perché chieda l'annullamento, davanti alla Corte di Giustizia delle Comunità europee, della direttiva relativa al ricongiungimento famigliare degli stranieri appena adottato dal Consiglio e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale (GUCE 03.10.03, L. 251, p.12).
L'appello, lanciato dal Coordinamento europeo per i diritti degli stranieri a vivere in famiglia, é sostenuto da dalle seguenti organizzazioni europee: Africa Faith and Justice Network (AEFJN) - Bruxelles - Caritas Europe - Bruxelles - Churches' Commission for Migrants in Europe (CCME) - Bruxelles -December 18 - Bruxelles - European Network Against Racism (ENAR) - Bruxelles
e da circa 90 associazioni nazionali e locali della maggior parte dei 15 paesi dell'Unione, fra le quali il Coordinamento Nazionale Giuristi Democratici.
Illegittima l'ordinanza bresciana di salvaguardia dei "luoghi cristiani" - Fausto Gianelli
GD Modena - 17 settembre 2003 11:55
Finalmente annullata la controversa ordinanza del comune di Rovato (BS) che, al fine di salvaguardare i valori cristiani, aveva disposto "il divieto ai non professanti la religione cristiana di accedere ai luoghi sacri e di culto della predetta religione", disponendo, altresì, "l'istituzione di un'area di protezione e di sicurezza pari a mt. 15 lineari intorno ai luoghi sacri e di religione cristiani".
L'ordinanza è stata impugnata con ricorso straordinario al Capo dello Stato da parte di un avvocato facente parte dei Giuristi Democratici, agente in proprio a tutela del proprio interesse di libero cittadino non professante la religione cristiana di poter circolare liberamente entro il territorio nazionale.
Pubblichiamo a seguire il testo integrale del parere espresso dal Consiglio di Stato sez. I^ sulla scorta del quale il Presidente della Repubblica ha, in data 25/02/2003, annullato l'ordinanza in questione per le interessanti osservazioni sulla laicità dello Stato e il divieto di ogni discriminazione per motivi religiosi.
Legge Bossi-Fini - profili penali
Redazione - 7 marzo 2003 17:12
Legislazione in materia di immigrazione e asilo. L'allegato contiene l'intero documento.
L'arresto dello straniero nella Bossi-Fini
GD Bologna - 22 ottobre 2002 12:33
Il testo dell'appello che i Giuristi Democratici e l'ASGi hanno inviato il 22 ottobre 2002 sugli arresti previsti dall'art. 14 comma 5 quinquies del T.U. sull'immigrazione.
Immigrazione e repressione
Redazione - 23 settembre 2002 19:26
Una denuncia dei Giuristi Democratici del 23 settembre 2002 contro l'azione delle forze di polizia che mirano a negare il diritto alla sanatoria
 3 pagine  (40 risultati)