MANAGE
CERCA
Dal campo di Conetta: questa è l'accoglienza?
Redazione - 4 gennaio 2017 22:15
Monica Bassan dei Giuristi Democratci è tornata nel campo di Conetta dopo la morte della giovane ivoriana e la rivolta dei migranti.
Questo il suo report
Il caso Shalabayeva, la polizia di stato, la tutela dei diritti umani fondamentali: un "malinconico pensiero"
Redazione - 16 luglio 2013 14:45
Il caso di Alma Shalabayeva balzato agli onori delle cronache negli ultimi giorni offre l’occasione per alcune riflessioni.
Pubblichiamo, nel file allegato, quelle dell'avvocato Giovanni Guarini.
Cittadinanza italiana per la persona nata in Italia da genitori stranierri
Redazione - 4 luglio 2012 13:18
Pubblichiamo nel documento allegato la sentenza n. 1486/2012 della Corte d’Appello di Napoli.

Si tratta di un significativa pronuncia che riconosce il diritto alla cittadinanza italiana per la persona nata in Italia da genitori stranieri anche se non risulta essere stata iscritta all'anagrafe italiana regolarmente e continuativamente nel periodo in cui era minorenne.

Segue un commento alla sentenza dell'avv. Simona Fiordelisi.
Partire dall'immigrazione per un nuovo progetto di giustizia - Lorenzo Miazzi
Redazione - 3 dicembre 2011 11:35
Pubblichiamo la relazione del dott. Lorenzo Miazzi, Consigliere della Corte d'Appello di Venezia - sez. Penale e Coordinatore, in Veneto, di Dialogo per la Giustizia, tenuta in occasione dell'assemblea nazionale dei Giuristi democratici, a Padova, il 26 novembre 2011.
L'azione civile anti-disciminazione ex art. 44 T.U. Immigrazione
Redazione - 27 ottobre 2011 17:3
Pubblichiamo un interessante articolo dell'Avv. Pietro Adami del Foro di Roma, che affronta, in maniera articolata, il tema dell'azione civile anti-disciminazione ai sensi dell'art. 44 del D.lgs. n. 286/98.
D.L. 89/11 in materia di espulsione, trattenimento e reati collegati: una normativa ingiusta e inefficace
Redazione - 1 agosto 2011 18:5
Comunicato congiunto ASGI (Associazione Studi Giuridici sull'Immigrazione) - GIURISTI DEMOCRATICI - MAGISTRATURA DEMOCRATICA sul decreto legge per il tardivo recepimento della direttiva europea 2008/115/CE.
Le scelte di politica legislativa e le scelte tecniche manifestano un atteggiamento scopertamente ostile nei confronti dei migranti e portano a un quadro legislativo complessivo peggiorativo rispetto alla direttiva.

Il testo del comunicato nell'allegato
Cosa resta della Bossi Fini dopo la sentenza El Dridi della Corte di Giustizia Europea? - Raffaele Miraglia
Redazione - 3 maggio 2011 23:32
Raffaele Miraglia commenta la situazione che si è venuta a creare nella legislazione italiana sullo straniero dopo la pronuncia del 28 aprile 2011 con cui la Corte di Giustizia Europea nella causa El Dridi ha sancito la diretta applicabilità degli articoli 14 e 15 della direttiva europea 2008/115/CE con la conseguente inapplicabilità della norma penale prevista dall'art. 14 comma 5 ter T.U. sull'immigrazione (inottemperanza all'ordina del Questore di lasciare il terriotorio nazionale a seguito di provvedimento di espulsione).
Appello di giuristi contro l'introduzione dei reati di ingresso e soggiorno illegale dei migranti
Redazione - 25 giugno 2009 11:54
Un appello sottoscritto da noti giuristi perchè il nostro legislatore non introduca il reato cosidetto di clandestinità.

Firmatari: Angelo Caputo, Domenico Ciruzzi, Oreste Dominioni, Massimo Donini, Luciano Eusebi, Giovanni Fiandaca, Luigi Ferrajoli, Gabrio Forti, Roberto Lamacchia, Sandro Margara, Guido Neppi Modona, Paolo Morozzo della Rocca, Valerio Onida, Elena Paciotti, Giovanni Palombarini, Livio Pepino, Carlo Renoldi, Stefano Rodotà, Arturo Salerni, Armando Spataro, Lorenzo Trucco, Gustavo Zagrebelsky.
Respingimenti verso la Libia - esposto penale
Redazione - 23 giugno 2009 9:8
Giuristi Democratici, ARCI Immigrazione, CGIL Immigrazione, ASGI e Progetto Diritti hanno presentato un esposto-denunzia per i fatti accaduti il 7 e il 8 maggio 2009, quando le navi miltari italiane hanno riportato in Libia centinaia di migranti soccorsi in mare.

Nell'allegato il testo dell'esposto-denunzia
Respingimenti verso la Libia - esposto all'Unione Europea e all'ONU
Redazione - 22 giugno 2009 11:59
I ripetuti rinvii forzati in Libia con navi italiane di migranti rintracciati nelle acque vicine a Lampedusa sono gravi violazioni del diritto d'asilo e dei diritti fondamentali della persona previsti dalle norme nazionali, comunitarie e internazionali. Un pool di NGO italiane ed estere, tra cui i Giuristi Democratici, invia esposti alla Commissione europea, al Commissario del Consiglio d’Europa per i diritti umani e al comitato ONU per i diritti umani.
Nell'allegato il testo dell'esposto.

Pacchetto sicurezza e stranieri
Redazione - 15 giugno 2009 17:28
Il pacchetto sicurezza peggiora la legge Bossi-Fini, accentuando il perseguimento di una politica contraria non solo all'immigrazione cosiddetta irregolare, ma anche all'integrazione dello straniero che soggiorna regolarmente in Italia.
Raffaele Miraglia in queste brevi note mette in evidenza quali sono le peculiarità delle modifiche che si stanno per introdurre.
Commento alla proposta di legge 733/S sull'immigrazione
Redazione - 29 gennaio 2009 8:24
Osservazioni sul disegno di legge n. 733/S.
Scaricabile anche dall'allegato.
Allontanamento dei comunitari: un commento al decreto legge
Redazione - 21 novembre 2007 21:23
Roberto Lamacchia commenta il decreto legge 181/2007 sulla misure di allontanamento dei cittadini comunitari.
Direttiva europea per le sanzioni ai datori di lavoro di stranieri irregolari
Redazione - 17 ottobre 2007 16:54
E' stato chiesto un parere ai GD sulla proposta di direttiva europea per le sanzioni nei confronti dei datori di lavoro che impiegano cittadini non comunitari privi di legittimo titolo a soggiornare nell'Unione Europea.
Pubblichiamo il parere e il testo della proposta di direttiva.
Patrocinio a spese dello Stato ed interprete di fiducia
Redazione - 12 luglio 2007 9:37
La Corte costituzionale dichiara l'illegittimità costituzionale dell'art. 102 del Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia nella parte in cui non prevede la possibilità, per lo straniero ammesso al patrocinio a spese dello Stato che non conosce la lingua italiana, di nominare un proprio interprete.
 3 pagine  (40 risultati)