MANAGE
CERCA
Altro in Comunicati
I Giuristi democratici esprimono dolore per l'assassinio di Vittorio Arrigoni
L'Associazione Giuristi Democratici esprime soddisfazione per l'esito del processo ThyssenKrupp
I Giuristi democratici aderiscono alla manifestazione nazionale di sabato 26 marzo a Roma
I Giuristi democratici condannano la repressione delle manifestazioni democratiche di massa in Libia e chiedono che cessi ogni assistenza e cooperazione militare italiana al regime di Gheddafi
Dalle recenti vicende relative al Presidente del Consiglio deriva un pericoloso deterioramento del nostro Stato di diritto
Tunisia: è necessario sostenere il processo democratico
I Giuristi Democratici aderiscono all'appello "Uniti ce la possiamo fare", lanciato dalla Fiom CGIL in vista dello sciopero generale proclamato per il 28 gennaio.
I Giuristi Democratici esprimono rispetto e solidarietà con gli operai FIAT di Mirafiori
Sull'ammissibilità del referendum per l'acqua pubblica: è necessario assicurare il diritto dei cittadini ad esprimersi sulla gestione dell'acqua
Manifestazioni degli studenti: garantire la libera espressione del pensiero contro la deriva autoritaria del governo
I Giuristi Democratici ricordano con affetto Aldo Natoli
No alla consegna a Madrid dei tre giovani baschi reclusi in Italia
L'Associazione Nazionale Giuristi Democratici aderisce alla manifestazione nazionale della FIOM CGIL
Ingiustificato l'attacco dell'UCPI allo sciopero indetto dall'ANM per il 1 luglio
Scuola Diaz di Genova: soddisfazione per l'esito della sentenza della Corte d'Appello di Genova
 21 pagine  (309 risultati)
Berlusconi e le proteste studentesche
Redazione 22 ottobre 2008 18:50
Comunicato stampa del 22 ottobre 2008

I Giuristi Democratici manifestano preoccupazione per le gravissime dichiarazioni rese da Berlusconi.

Per sostenere il legittimo diritto di manifestare contro le decisioni assunte dal governo in materia di scuola e università, gli avvocati aderenti ai Giuristi Democratici si impegnano a garantire l'esercizio dei diritti di difesa e la denuncia degli abusi che venissero commessi qualora si volessero utilizzare le forse dell'ordine per porre fine alle proteste in corso in questi giorni nelle università e nelle scuole italiane.

Esprimono, altresì, forte preoccupazione per le iniziative annunciate da alcuni rappresentanti dei gruppi studenteschi di destra presso la facoltà di lettere dell'Università di Palermo i quali hanno annunciato che domani denunceranno presso la Procura della Repubblica di Palermo quanti hanno votato a favore della delibera del consiglio di facoltà che sospende le attività didattiche sino al 31 ottobre per protestare contro la legge 133 e i provvedimenti inseriti in finanziaria in materia di università e ricerca. Anche in questo caso i Giuristi Democratici saranno accanto a quanti fossero denunciati mediante la costituzione di collegi di difesa e promuoveranno a loro volta, ove ne ricorrano gli estremi, tutte le azioni a difesa dell'interesse all'autonomia universitaria, alla liberta di ricerca e di didattica e alla difesa del carattere pubblico dell'università.