MANAGE
CERCA
Altro in Comunicati
I Giuristi democratici esprimono dolore per l'assassinio di Vittorio Arrigoni
L'Associazione Giuristi Democratici esprime soddisfazione per l'esito del processo ThyssenKrupp
I Giuristi democratici aderiscono alla manifestazione nazionale di sabato 26 marzo a Roma
I Giuristi democratici condannano la repressione delle manifestazioni democratiche di massa in Libia e chiedono che cessi ogni assistenza e cooperazione militare italiana al regime di Gheddafi
Dalle recenti vicende relative al Presidente del Consiglio deriva un pericoloso deterioramento del nostro Stato di diritto
Tunisia: è necessario sostenere il processo democratico
I Giuristi Democratici aderiscono all'appello "Uniti ce la possiamo fare", lanciato dalla Fiom CGIL in vista dello sciopero generale proclamato per il 28 gennaio.
I Giuristi Democratici esprimono rispetto e solidarietà con gli operai FIAT di Mirafiori
Sull'ammissibilità del referendum per l'acqua pubblica: è necessario assicurare il diritto dei cittadini ad esprimersi sulla gestione dell'acqua
Manifestazioni degli studenti: garantire la libera espressione del pensiero contro la deriva autoritaria del governo
I Giuristi Democratici ricordano con affetto Aldo Natoli
No alla consegna a Madrid dei tre giovani baschi reclusi in Italia
L'Associazione Nazionale Giuristi Democratici aderisce alla manifestazione nazionale della FIOM CGIL
Ingiustificato l'attacco dell'UCPI allo sciopero indetto dall'ANM per il 1 luglio
Scuola Diaz di Genova: soddisfazione per l'esito della sentenza della Corte d'Appello di Genova
 21 pagine  (309 risultati)
L'emergenza rifiuti in Campania
Redazione 14 gennaio 2008 10:19
I Giuristi Democratici intervengono sulla questione.
Le associazioni locali stanno fornendo contributi per ottenere anche giuridicamente e legalmente una risposta ai diritti dei cittadini.

La drammatica situazione dei rifiuti in Campania richiede da parte di ogni cittadino una partecipazione ed un impegno particolari. Vanno riaffermati simultaneamente principi di tutela dei diritti (del diritto alla salute, del diritto alla partecipazione alle scelte amministrative) e principi di solidarietà che non possono essere dimenticati in un momento così grave.

L'Associazione Nazionale Giuristi Democratici, fortemente preoccupata sia per la situazione sanitaria, sia per il clima che si é creato in quelle zone, sia per l'opposizione di alcune regioni italiane a partecipare ad un'operazione, ineludibile, di bonifica di quei territori dai rifiuti oggi presenti, ritiene prioritario mettere al centro dell'attenzione il problema della salute della popolazione campana, il che significa non solo liberare le strade dai rifiuti, ma anche verificare, tramite idoneee verifiche e carotaggi sulle ecoballe oggi presenti, l'esistenza o meno di concreti pericoli per la salute dei cittadini campani, che alcuni dati letti sugli organi di stampa paiono far emergere.
Sul punto, oltre alla pressione da esercitare affinché il processo pendente presso la Procura della Repubblica di Napoli si concluda in tempi rapidi, appare necessario redigere un esposto alla stessa Procura sulla situazione sanitaria oggi presente, per l'accertamento di eventuali responsabilità: l'Associazione Giuristi Democratici si impegna, in proposito, a sostenere eventuali iniziative giudiziarie finalizzate all'accertamento delle responsabilità ed al risarcimento dei danni subiti dai cittadini.

A prescindere, poi, dalle responsabilità, apparirebbe necessario da parte dello Stato un provvedimento immediato di sospensione del pagamento del tributo per la raccolta rifiuti, essendo evidente che non é accettabile pagare per un servizio che non viene reso.

Infine, l'Associazione Nazionale Giuristi Democratici lancia un appello a tutti i cittadini, le forze politiche, le associazioni e le autorità sanitarie perché, senza tralasciare la necessaria e pesante critica alle Amministrazioni, nazionale, regionale e locale ed ai vari Commissari Straordinari per l'emergenza rifiuti in Campania, che hanno reso possibile giungere ad un simile livello di degrado, si muovano unitariamente per risolvere il problema sanitario immediato, anche se gli interventi necessari comportano sacrifici da parte di tutti e richiede con forza che, sin da ora, venga messo in atto in modo partecipato un percorso con consenta di giungere ad una soluzione definitiva del problema condivisa con le popolazioni.

L'Associazione Nazionale Giuristi Democratici auspica, infine, una rapida fine dell'emergenza, certo non ottenibile considerando il problema come una mera questione di ordine pubblico, ed il ritorno delle responsabilità, oggi affidate ad un Commissario Straordinario, alle Autorità Amministrative ordinarie.

Torino, 11 gennaio 2008-01-14
Associazione Nazionale Giuristi Democratici